Carta dei servizi

Biblioteca del libro parlato “Marcello Mecchia”
Galleria S. Marco 4 – 33170 Pordenone – tel. 0434-21941 – fax 0434-208258
UNIONE ITALIANA DEI CIECHI E DEGLI IPOVEDENTI – ONLUS
Sezione Provinciale di Pordenone
 
Carta dei Servizi
 
 
Indice
 
Premessa 3
 
1 La Biblioteca del Libro Parlato “Marcello Mecchia”
 
1.1 Cos’è la Carta dei servizi della Biblioteca 4
1.2 Finalità e missione della Biblioteca 4
1.3 Patrimonio della Biblioteca 5
1.4 I principi generali di erogazione del servizio 5
1.5 Principali riferimenti normativi 7
1.6 I servizi della Biblioteca 7
 
2 IMPEGNI E GARANZIE
 
2.1 Gli standard qualità e rapporti con gli utenti 9
2.2 L’informazione e l’ascolto 9
2.3 La valutazione dei servizi da parte degli utenti 9
2.4 Suggerimenti e reclami 10
2.5 Diritti e doveri 10
 
3 INFORMAZIONI UTILI
 
3.1 Cosa fare per… 11
3.2 Recapiti ed orari da ricordare 12
 
4 SCHEDE ALLEGATE
 
4.1 Regolamento generale
4.2 Modulo di iscrizione (caratteri normali)
4.3 Modulo di iscrizione (caratteri ingranditi)
4.4 Modulo per download
4.5 Dichiarazione sulla privacy
4.6 Cartolina d’ordine delle opere prescelte
4.7 Riferimenti logistici
 
 
Premessa
 
Le “Carte dei Servizi” sono state introdotte nell’ordinamento italiano in virtù della direttiva emanata con D.P.C.M. del 27 gennaio 1994, allo scopo di modellare i servizi pubblici in modo da aumentarne l’efficienza e meglio rispondere ai bisogni ed esigenze degli utenti.
 
L’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti – ONLUS ente morale ed associazione di promozione sociale con personalità giuridica di diritto privato, non sarebbe, pertanto, obbligata all’adozione della carta” dei servizi offerti.
 
La nostra dirigenza tuttavia, ha ritenuto di dover adottare ugualmente tale strumento per la Biblioteca, considerata la particolare e specifica attività, talvolta personalizzata, in favore dei minorati della vista. Questo ai fini di una maggiore chiarezza nei confronti dei fruitori, che vedono così tutelati i loro diritti e le loro aspettative, con la possibilità di proporre reclami attraverso una procedura predefinita e garantita.
 
Il presente documento è disponibile in diversi formati (stampa in nero a caratteri normali e ingranditi, file pdf e rtf, stampa in braille e registrazione audio), per facilitarne al massimo l’accesso da parte dell’intera fascia di utenza a cui sono rivolti i servizi della Biblioteca.
 
 
1 La Biblioteca del Libro Parlato “Marcello Mecchia”
 
1.1 Cos’è la Carta dei servizi della Biblioteca
La Carta dei Servizi della Biblioteca descrive le modalità di erogazione dei propri servizi, allo scopo di favorire un rapporto quanto più diretto possibile, tra la struttura e i propri utenti.
 
La Carta, a carattere volontaristico, ha validità pluriennale e sarà aggiornata ogni volta che intervengano variazioni negli obiettivi della Biblioteca, nella tipologia e nelle modalità dei servizi erogati e nelle garanzie per gli
utenti.
 
In particolare, la struttura della presente Carta dei Servizi consiste in:
 
1. Una parte “fissa” di descrizione della Biblioteca, con validità
pluriennale
2. Una parte “variabile”, composta da alcune schede che riportano informazioni che possono variare ogni anno
 
La parte “variabile” con le schede annuali riporta:
 
• La modulistica necessaria per l’iscrizione al servizio
• Le linee guida e le attività speciali
• Informazioni e aggiornamenti
 
1.2 Finalità e missione della Biblioteca
La Biblioteca del Libro Parlato “Marcello Mecchia” è una struttura operativa della sezione pordenonese dell’U.I.C.I. Onlus e si ispira ai principi e alle norme statutarie che ne disciplinano gli scopi, l’organizzazione e le attività. Istituita nel 1983, essa si propone di rispondere, compatibilmente con le proprie dimensioni e possibilità concrete, alle esigenze di lettura, di studio, di aggiornamento professionale, di informazione, di formazione e di crescita culturale, attraverso la messa a disposizione di un patrimonio librario dedicato, accessibile ai disabili visivi e a quanti, per comprovata patologia, incontrano gravi difficoltà o impedimenti nella normale lettura.
 
La Biblioteca, a carattere multimediale e circolante, unica realtà del genere nel territorio regionale, riconosciuta ufficialmente dalla Regione Friuli-Venezia Giulia nel 2007, si avvale in maniera prevalente dell’apporto di volontari per la lettura/registrazione o la trascrizione dei testi, per la loro archiviazione, organizzazione, memorizzazione su supporti informatici, per la distribuzione all’utenza, nonché per la gestione dei prestiti. Il Centro cerca di dedicare ampio spazio a quelle realtà che, essendo costituite da pubblicazioni che hanno una diffusione a prevalente carattere locale, difficilmente ricevono o possono ricevere una adeguata attenzione da parte di altre strutture affini che operano sul territorio nazionale.
 
Nell’intento di proporsi a tutti i disabili visivi come specifica opportunità di approfondimento culturale accessibile, in linea con le opportunità offerte dalle tecnologie più avanzate, la Biblioteca connota la sua missione anche sotto l’aspetto della multimedialità e multiculturalità, mettendo a disposizione dell’utenza anche un accesso ai nuovi servizi informativi e di telecomunicazione come Internet e banche dati su CD-ROM/DVD.
 
Dal 2007 il Centro è riconosciuto dall’Ente Regione Autonoma
Friuli-Venezia Giulia come Biblioteca d’interesse regionale; dal 2008 ha avviato una collaborazione con il Comune di Pordenone, regolata da apposita convenzione, con l’intento di proporsi in modo più incisivo, nel tessuto sociale di competenza, nei confronti delle fasce di utenza potenzialmente interessate.
 
La Biblioteca opera presso la sede sociale dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus di Pordenone, Galleria San Marco 4.
 
La Biblioteca ricerca, promuove e sollecita una fattiva collaborazione con altre strutture presenti sia sul territorio locale (Biblioteche comunali, Associazioni, Fondazioni, etc.), sia con quelle operanti sul resto del territorio nazionale e aventi la medesima specificità organizzativa e divulgativa. Si propone
inoltre, anche come punto informativo locale nei confronti di quanti, privati ed istituzioni, chiedano notizie o supporto sulle modalità di lettura e di fruizione della cultura, in relazione anche agli ultimi ritrovati tecnologici che consentano ai disabili visivi un accesso più amichevole alle informazioni ed una maggiore autonomia gestionale.
 
1.3 Patrimonio della Biblioteca
Alla data di stesura del presente documento il patrimonio della struttura risulta così composto:
 
1100 Titoli registrati su audiocassetta
500 Titoli su cd-rom in formato mp3
1100 Titoli in normale formato cartaceo
360 Titoli in Braille
3500 In formato elettronico accessibile.
20 Titoli audiovisivi
30 Testate (periodici e riviste nei formati cartaceo normale, in Braille, in audio ed in formato elettronico accessibile)
 
Il patrimonio del Centro viene incrementato ogni anno con l’acquisizione di titoli di ogni genere, selezionati dalle novità editoriali più recenti. Un’apposita commissione valuta gli acquisti sulla base di proposte e recensioni e ne considera la compatibilità realizzativa in base anche alle disponibilità e alle capacità dei lettori (donatori di voce) disponibili.
 
1.4 I principi generali di erogazione del servizio
La Carta dei servizi si ispira ai seguenti principi:
 
Uguaglianza
 
La Biblioteca fornisce i suoi servizi nel rispetto del principio di uguaglianza. Per questo opera in favore dei disabili visivi in un’ottica di pari opportunità, senza distinzioni di età, razza, religione, nazionalità, lingua, opinioni e condizione sociale, condotto con criteri di imparzialità, di pluralismo nei confronti delle varie opinioni e necessità, nel rispetto del diritto alla riservatezza e delle particolari esigenze degli utenti in età minore.
 
I servizi non sono soggetti ad alcun tipo di censura ideologica, politica e religiosa, né a pressioni commerciali.
 
I servizi sono in primo luogo e prioritariamente rivolti a tutti i cittadini ciechi ed ipovedenti residenti nella regione Friuli-Venezia Giulia ma anche, in caso di specifiche richieste, a persone o strutture fuori territorio.
 
La Biblioteca rispetta la riservatezza dei dati personali, delle informazioni ricercate e delle letture preferite dai propri utenti.
 
Imparzialità e continuità
 
I servizi sono erogati secondo principi di obiettività, imparzialità, equità, continuità e regolarità. Eventuali cambiamenti o interruzioni nell’erogazione del servizio sono ampiamente e preventivamente annunciate, adoperandosi attivamente per una riduzione del disagio e una tempestiva ripresa dei servizi.
 
Accessibilità
 
Gli orari di apertura e le modalità di accesso e di utilizzazione dei servizi sono orientati al principio della massima fruibilità pubblica in relazione alla presenza negli uffici del personale preposto e o dei volontari. La Biblioteca osserva orari equamente distribuiti in mattinate e pomeriggi su 5 giorni settimanali con la presenza, in particolare il lunedì pomeriggio, di un apposito staff preposto al disbrigo della gestione ordinaria, di attività di consulenza, di contatti su appuntamento con gli utenti, di ricevimento con i lettori (donatori di voce).
 
Ogni eventuale riduzione di orario viene tempestivamente comunicata al pubblico.
 
La Biblioteca orienta gli utenti all’uso di tutti i servizi disponibili e alle novità mediante informazioni apposite: procure, cataloghi delle opere in vari formati, mailing list, sito internet, comunicazioni cartacee.
 
Partecipazione, chiarezza e trasparenza
 
La Biblioteca promuove la partecipazione degli utenti, siano essi individui o gruppi, garantendo modi e forme per inoltrare suggerimenti, richieste,
osservazioni, reclami.
 
Per l’iscrizione ai servizi offerti dal Centro, oltre ad un’apposita modulistica, viene richiesta copia della documentazione sanitaria attestante la disabilità e la conseguente impossibilità o difficoltà a fruire delle normali condizioni di lettura.
 
La Biblioteca ha tra i suoi obiettivi principali il continuo miglioramento dei servizi offerti nel rispetto dei criteri di efficienza e efficacia nonché degli standard di qualità promessi, in relazione alle proprie possibilità economiche ed operative.
 
1.5 Principali riferimenti normativi
• D.Lgs. n. 196 del 30/06/2003 “Codice in materia di protezione dei dati
personali”
• L.R. n. 25 del 01/12/2006 Finanziamenti regionali alle Biblioteche del
Friuli-Venezia Giulia
• Legge 9 gennaio 2004, n. 4 Legge sull’accessibilità siti internet
• D.P.R. 23/12/1978 Decreto sulla personalità giuridica di diritto privato
dell’U.I.C.I.
• D.P.R. 12 gennaio 2007, n. 18 Regolamento sul mantenimento delle
esenzioni tasse postali per i ciecogrammi
• Legge 104/1992 Legge quadro sull’handicap
 
1.6 I servizi della Biblioteca del Libro parlato “Marcello Mecchia”
Gli ambiti d’intervento sono i seguenti:
Servizi bibliotecari di base: sono orientati in particolare alla promozione della lettura, alla accessibilità degli strumenti tifloinformatici e dei mezzi conoscitivi e alla diffusione dell’informazione, anche tramite sezioni per bambini e ragazzi.
Servizi bibliotecari di studio: sono orientati in particolare a garantire l’inserimento degli studenti disabili visivi nel circuito scolastico, attraverso un’adeguata programmazione, predisposizione e disponibilità dei libri di testo e delle informazioni necessarie al regolare corso delle attività didattiche.
Servizio di trascrizione e stampa braille di fascicoli, opuscoli, brochure di pubblico interesse, ma anche in risposta ad esigenze personalizzate.
Servizi bibliotecari di conservazione e di documentazione locale: sono orientati in particolare, nel rispetto prioritario delle esigenze di tutela e di conservazione del patrimonio posseduto, a garantire l’individuazione e la disponibilità dei documenti posseduti, la relativa informazione bibliografica  con particolare riguardo ai documenti, opere relativi alla città, al territorio regionale, del nord est e dell’area di Alpe Adria.
In dettaglio i servizi sono articolati in:
– Servizio di prestito, anche a domicilio
– Servizi di informazione bibliografica e documentaria (reference in sede e on line)
– Servizi di informazione ed aggiornamento mediante catalogo, mailinglist, circolari e comunicazioni inserite nella segreteria telefonica
– Servizi telematici e multimediali
– Promozione alla lettura, incontri con gli autori e visite guidate
– Catalogo unico delle risorse disponibili in vari formati: cartaceo normale, braille, formato elettronico accessibile, on line
– Prenotazione on line delle opere da parte dell’utenza tramite www.uicpordenone.org.
 
L’iscrizione ai servizi della Biblioteca è completamente gratuita. E’ previsto unicamente un eventuale rimborso spese in caso di prestazioni straordinarie e personalizzate che comportino utilizzo di risorse, competenze e mezzi particolari. Quasi tutto il patrimonio è ammesso al prestito.
Di norma possono essere presi in prestito fino a 4 documenti o opere, per un periodo massimo di 30/40 giorni. In casi particolari (di studio o altro)
l’utente potrà trattenere l’opera previa apposita autorizzazione.
 
Il prestito è personale e l’utente risponde delle opere ricevute. Le opere prese in prestito non possono essere cedute a terzi, nemmeno per un breve periodo o riprodotte pubblicamente.
 
In caso di mancata restituzione delle opere in prestito, la restituzione stessa viene sollecitata tramite lettera per tre volte successive. Al terzo avviso la Biblioteca, salvo il diritto al risarcimento dell’eventuale maggior danno, si riserva la facoltà di chiedere il rimborso del valore dei supporti relativi all’opera se in forma audio, dei costi dei volumi se si tratta di testi Braille.
 
E’ possibile usufruire via Web ed e-mail dei seguenti servizi:
Chiedere l’invio delle opere desiderate
Prorogare l’utilizzo di opere prese in prestito (sempre se non sono già prenotate da un altro utente)
Prenotare un documento già prestato ad altri o cancellare la prenotazione;
Proporre l’acquisto di un’opera
Leggere le novità sulle attività del periodo (Bollettino)
Chiedere informazioni di qualsiasi genere
Eseguire il download delle risorse in formato mp3 (servizio in fase di allestimento).
 
La consultazione in sede delle opere collocate “a scaffale aperto”, dei cataloghi, dei documenti elettronici, dei periodici e dei giornali/riviste è libera e gratuita.
 
La Biblioteca fornisce in prestito monografie o fotocopie di articoli a altre biblioteche che ne facciano richiesta e che si impegnino alla reciprocità.
 
La Biblioteca è dotata di alcune postazioni informatiche, attrezzate di sintesi vocale e di postazioni di ascolto delle opere d’uso per i servizi multimediali e telematici.
 
Per i minori di 18 anni il modulo di iscrizione deve essere controfirmato da un genitore.
 
La Biblioteca organizza incontri con autori, scrittori, atelier di lettura, visite guidate a particolari eventi.
 
Predispone in formato accessibile i programmi di particolari eventi culturali.
 
Ospita dimostrazioni di ausilii informatici atti a facilitare ed incentivare la fruizione della cultura e della lettura.
 
 
2 IMPEGNI E GARANZIE
 
2.1 Gli standard qualità e rapporti con gli utenti
Per garantire un’adeguata erogazione dei servizi, la Biblioteca ha individuato alcuni “standard” che permettano agli utenti di verificare se le prestazioni offerte siano di qualità.
 
Con il termine “standard” si intendono alcuni indicatori che misurano le attività svolte dalla Biblioteca, in modo da garantire un livello di qualità più alto possibile, considerando la presenza di volontari nell’organizzazione dei servizi. Gli utenti possono di volta in volta verificare se quanto promesso dagli standard corrisponde effettivamente a quanto è stato offerto dalla Biblioteca.
 
Quando lo standard garantito non viene rispettato gli utenti del servizio possono presentare reclamo in base alle modalità proposte nel capitolo successivo e la Biblioteca, una volta esaminato il reclamo, mette a disposizione una forma di indennizzo.
 
In particolare, nel caso di mancato rispetto degli standard promessi, si prevedono le seguenti forme di rimborso, tra cui gli utenti possono scegliere, anche in base alle disponibilità:
Fornitura di un servizio integrativo o sostitutivo, personalizzato:
– Registrazione di un testo particolare o sua reperibilità presso altre strutture affini.
– Stampa braille di un particolare documento, fascicolo o opuscolo informativo.
 
Nelle seguenti tabelle si riportano le attività svolte dalla Biblioteca, con i relativi standard garantiti. Gli standard di Qualità proposti valgono per il triennio 2009-2011 ed i relativi valori previsti potranno essere aggiornati e migliorati progressivamente negli anni successivi.
 
2.2 L’informazione e l’ascolto
L’ascolto degli utenti dei Servizi della Biblioteca è un impegno prioritario dei responsabili, del personale e dei volontari che vi operano. Per consentire lo sviluppo di una cultura del continuo miglioramento della qualità e per incentivare la capacità di dialogo e di relazione tra chi eroga il servizio e chi lo riceve, la Biblioteca ha infatti istituito alcune forme di ascolto dell’utente:
a) Rilevazioni di soddisfazione dell’utenza. Periodicamente verranno attivate forme di accertamento per verificare il gradimento del servizio presso gli utenti
b) Analisi dei suggerimenti e delle segnalazioni che giungono alla
Biblioteca
c) Verifica delle situazioni in cui non vengono rispettati gli standard promessi, contenuti nella Carta dei Servizi.
 
2.3 La valutazione del servizio da parte degli utenti
I risultati delle indagini vengono pubblicizzati e resi noti ai fruitori del servizio e rappresentano utili indicazioni per impostare i piani di miglioramento delle attività.
 
2.4 Suggerimenti e reclami
La Biblioteca è a disposizione per ascoltare, accettare e registrare eventuali suggerimenti e/o reclami di disservizi o di mancato rispetto degli impegni fissati nella Carta, secondo le indicazioni della Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 27/1/1994.
 
Il reclamo deve essere formulato in forma precisa, per iscritto e con tutte le informazioni necessarie per individuare il problema e facilitare l’accertamento di quanto segnalato, in particolare riguardo:
– Il comportamento degli addetti (indicando la persona dell’ufficio)
– La qualità del servizio reso
– Il mancato rispetto degli standard promessi.
 
I reclami possono essere presentati anche via e-mail ai seguenti indirizzi: uicpn@uiciechi.it; redazione@uicpordenone.org, oppure tramite www.uicpordenone.org.
 
Nel caso di particolari richieste che comportino una analisi approfondita, entro 15 giorni sarà comunque inoltrata all’utente interessato una lettera con la quale saranno chiarite le ragioni della necessità di proroga per l’espletamento dell’intera pratica e sarà fissato un ulteriore termine a norma di legge.
 
2.5 Diritti e doveri
Tutti i soggetti coinvolti nella organizzazione e fruizione del servizio di Biblioteca hanno diritti e doveri. In particolare:
 
L’amministrazione del Centro deve:
Predisporre apposite istanze di contributo per il funzionamento della struttura, la cui presentazione dovrà essere autorizzata dal Consiglio della Sezione provinciale U.I.C.I.
Implementare il patrimonio librario della struttura compatibilmente con le risorse ricevute.
Cercare di dotare la Biblioteca delle risorse ed attrezzature necessarie secondo le esigenze della comunità da servire.
Approvare annualmente gli obiettivi e controllarne il raggiungimento.
 
Il personale deve:
Garantire il libero accesso ai documenti, alle informazioni e ai servizi disponibili in biblioteca o accessibili tramite la rete internet.
Assistere l’utente nelle sue esigenze con cortesia, correttezza, disponibilità, imparzialità, riservatezza e senza discriminazione alcuna.
 
L’utente deve:
Rispettare le regole della Biblioteca e le scadenze.
Rispettare gli orari e le norme elementari della corretta convivenza civile.
Rispettare i documenti e gli arredi senza arrecarvi danno o mettere a rischio la loro integrità e buona conservazione.
Essere cortese, corretto e collaborativo con il personale e con gli addetti volontari.
Impegnarsi a utilizzare il materiale avuto in prestito o scaricato dal nostro sito, esclusivamente per fini di lettura personale e a non farne uso improprio. In caso contrario se ne assume piena responsabilità anche nei confronti della Biblioteca.
 
 
3 INFORMAZIONI UTILI
 
3.1 Cosa fare per …
In questa sezione si propongono le risposte ad alcune domande più comuni che vengono poste alla Biblioteca.
 
Cosa devo fare per iscrivermi alla Biblioteca?
Compila l’apposita modulistica con i tuoi dati, fotocopia del verbale di accertamento della minorazione. Se sei minorenne è necessaria l’autorizzazione scritta di un genitore o tutore. Puoi inviare il tutto anche via fax o e-mail purché i documenti risultino perfettamente leggibili.
 
Quante opere posso avere in prestito?
Puoi avere in prestito fino a 4 opere contemporaneamente.
 
Quanto dura il prestito?
La durata del prestito è mediamente di 30 giorni, salvo casi concordati. Un ritardo lieve non comporta alcuna sanzione ma se il ritardo è consistente la struttura spedisce, ad intervalli di tempo regolari, per posta o via e-mail, tre solleciti per la restituzione del libro. Dopo il terzo sollecito partirà una diffida.
 
Cosa devo fare se perdo o danneggio involontariamente il materiale avuto in prestito?
Se viene comunicato preventivamente il centro provvederà alla sostituzione dei supporti. Nel caso di volumi braille, verrà chiesto un rimborso pari al valore dell’opera. Si riserverà di chiedere all’interessato eventuali rimborsi, relativamente anche ai supporti magnetici, in caso di evidente trascuratezza o volontarietà del danno.
 
Posso prenotare un testo qualora questo risulti già affidato ad altro utente?
Se il libro prenotato è in prestito, al suo rientro verrai avvisato telefonicamente e il libro prenotato resterà a tua disposizione per 7 giorni dall’avviso.
 
Come posso ricevere direttamente a domicilio le opere scelte?
Le opere vengono spedite a casa dell’utente in esenzione di tariffa postale (D.P.R. 12 gennaio 2007).
Per la restituzione basterà capovolgere il tagliandino con i dati del mittente ed il plico contenente l’opera potrà essere rispedito sempre in esenzione postale.
 
Come posso prenotare le opere che vorrei leggere?
Utilizzando l’apposita cartolina in cui basta scrivere i propri dati ed i codici delle opere. In alternativa anche via e-mail, in braille, via fax o utilizzando il servizio prenotazione attraverso il sito: www.uicpordenone.org/bibilioteca.asp.
 
Avrei piacere di leggere un testo che non risulta presente
neanche in altre strutture affini. Come posso fare?
Procurati il testo e, compatibilmente con la disponibilità dei nostri lettori, provvederemo alla registrazione. Alla fine copia della stessa rimarrà ad arricchire il patrimonio delle risorse librarie della Biblioteca.
 
Come posso essere informato sulle attività e sulle novità librarie della struttura?
Puoi iscriverti alla mailing list della biblioteca inviando un messaggio a questo indirizzo:
biblioteca_marcello_mecchia_uici_pordenone-subscribe@uicpordenone.org
 
Con cadenza periodica riceverai nella tua casella di posta le news. In alternativa mediante circolare informativa, assieme alle altre informazioni sull’attività associativa dell’U.I.C.I.
 
Come posso offrirmi in qualità di lettore volontario
(donatore di voce)?
Basta contattarci ed insieme valuteremo i modi per raggiungere l’obiettivo. Di norma sottoponiamo il candidato ad un test di lettura ad alta voce, per valutarne l’idoneità in ordine, soprattutto, ad una sufficiente correttezza espressiva.
 
3.2 Orari al pubblico
Mattina: Dal lunedì al venerdì dalle 09.00 alle 12.00
 
Pomeriggio: Lunedì e giovedì dalle 14.30 alle 17.30
Martedì dalle 14.30 alle 16.00
Mercoledì e Venerdì dalle 15.00 alle 17.00
 
Recapiti: Galleria San Marco 4 – 33170 Pordenone Tel. 0434.21941 – Fax 0434-208258
 
e-mail: uicpn@uiciechi.it redazione@uicpordenone.org
 
sito internet: www.uicpordenone.org
 
Durante il mese di agosto, le festività di Natale e di Pasqua il servizio viene sospeso. Gli utenti sono invitati a non effettuare spedizioni in concomitanza di tali periodi, onde evitare disguidi postali o smarrimenti dei plichi contenenti le opere.
 
Allegati:
1 Regolamento generale
2 Modulo di iscrizione (caratteri normali)
3 Modulo di iscrizione (caratteri ingranditi)
4 Modulo per download
5 Dichiarazione sulla privacy
6 Cartolina d’ordine delle opere prescelte
7 Riferimenti logistici
 
 
ALLEGATO 1: Regolamento generale della Biblioteca del Libro Parlato “Marcello Mecchia”
 
Articolo 1
1.1 La Biblioteca del libro parlato “Marcello Mecchia”, che opera dal 1983 presso la sede di Pordenone dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus, ha lo scopo di favorire ed ampliare le opportunità di accesso alla cultura, all’informazione e all’aggiornamento professionale dei disabili visivi o delle persone affette da gravi impedimenti fisici che ne limitino le normali possibilità di lettura.
 
Articolo 2
2.1 Il Servizio ha carattere circolante e multimediale, opera prevalentemente in ambito regionale e, privilegiando la produzione di autori locali, mette a disposizione degli utenti testi di genere vario registrati su audiocassetta, su cd rom nel formato mp3 o su altro supporto magnetico, o stampati in braille.
2.2 Il Centro:
a) partecipa alle iniziative in cui sia coinvolta la Sezione di Pordenone dell’U.I.C.I. Onlus, della quale è strumento operativo;
b) si propone anche agli studenti come supporto tecnico di appoggio per l’attività scolastica;
c) collabora con le strutture affini che operano sul territorio nazionale, proponendosi di offrire un servizio quanto più possibile mirato e attento all’utilizzo razionale e sinergico di tutte le risorse disponibili;
d) persegue i suoi fini tenendo conto, per quanto possibile, delle specifiche esigenze dell’utenza.
 
Articolo 3
3.1 L’iscrizione al Servizio è gratuita.
3.2 Per ottenerla gli interessati devono presentare una richiesta scritta contenente l’indicazione delle proprie generalità e del proprio recapito; devono inoltre dimostrare di possedere i requisiti previsti dal precedente art. 1.
3.3 Non appena ricevuta la domanda di iscrizione e dopo averne verificata la regolarità, il Servizio stesso provvede ad inviare tempestivamente ai richiedenti il catalogo completo delle opere disponibili.
3.4 In seguito gli utenti dovranno comunicare e aggiornare regolarmente un elenco di titoli presenti in catalogo. Secondo le disponibilità del momento, le opere indicate verranno cedute loro in prestito con la consegna diretta o mediante invio a domicilio per mezzo del servizio postale, in esenzione tasse e con diritto di raccomandazione ai sensi del Dcps/1/1/103934/89, del 04/05/1990.
3.5 L’elenco di cui al comma precedente può essere comunicato per la prima volta anche all’atto stesso della presentazione dell’istanza di iscrizione.
3.6 Gli utenti possono richiedere direttamente le opere che desiderano leggere anche attraverso il sito www.uicpordenone.org utilizzando un apposito servizio di prenotazione, oppure anche via e-mail all’indirizzo redazione@uicpordenone.org.
 
Articolo 4
4.1 Gli utenti della Biblioteca sono responsabili della custodia delle opere ricevute in prestito e hanno i seguenti obblighi:
a) trattenere le opere suddette per un periodo non superiore ai 30 giorni, salvo casi particolari ed espressamente autorizzati;
b) trattare con la massima cura il materiale ricevuto e segnalare tempestivamente eventuali casi di usura, guasti e ogni altro disguido;
c) restituire i supporti magnetici negli appositi contenitori mediante raccomandata in esenzione di tassa postale;
d) non inserire nei contenitori alcun tipo di corrispondenza o di comunicazione cartacea diversa dal braille;
e) non utilizzare le opere della Biblioteca per riproduzioni o pubbliche audizioni, né cederle a loro volta a terzi;
f) rimborsare il valore del materiale ricevuto in prestito, in caso di danneggiamento o di smarrimento non imputabile a disguidi postali e non dovuto a loro negligenza.
 
4.2 Il Servizio si impegna:
a) a soddisfare le richieste dell’utenza con la massima tempestività, puntualità ed efficienza, compatibilmente con le proprie possibilità operative;
b) a trasmettere agli utenti periodici aggiornamenti del catalogo, nonché ogni altra informazione specificamente predisposta circa le opere disponibili e le eventuali iniziative che possano risultare di loro interesse.
c) a rendere disponibile il catalogo, gli aggiornamenti ed altre eventuali informazioni sul sito internet dell’U.I.C.I. di Pordenone, all’indirizzo www.uicpordenone.org.
 
Articolo 5
5.1 La Biblioteca del Libro parlato “Marcello Mecchia” si avvale dell’opera di lettori volontari, ai quali vengono forniti il materiale occorrente e la consulenza tecnica necessaria.
5.2 Le opere da acquistare e da registrare vengono scelte da un’apposita commissione, che è composta:
a) dal responsabile operativo della struttura, che la riunisce almeno una volta all’anno e la presiede, salvo il caso previsto dal successivo comma 3;
b) da due o più membri designati dal Consiglio della Sezione provinciale di Pordenone dell’U.I.C.I.; il quale può scegliere anche tra i collaboratori vedenti della biblioteca.
5.3 Alle riunioni della commissione ha sempre diritto di partecipare il presidente della Sezione provinciale di Pordenone dell’U.I.C.I. che, in tal caso, assume personalmente la direzione dei lavori.
 
 
ALLEGATO 2: Scheda di iscrizione
 
BIBLIOTECA DEL LIBRO PARLATO “MARCELLO MECCHIA”
PER I DISABILI VISIVI DEL FRIULI-VENEZIA GIULIA
Galleria San Marco 4 – 33170 PORDENONE
 
DOMANDA DI ISCRIZIONE AI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA
 
IL/LA SOTTOSCRITTO/A ………………………………………………………………………………………………
 
NATO/A A …………………………………………………………………………….. IL ………………………………
 
C.F. …………………………………………………………………………….
 
E RESIDENTE IN …………………………………………………………………………………… PROV. ………
 
TELEFONO N. ……………………………………………….. CELL. …………………………………………………
 
E-MAIL ……………………………………………………………………………………………………………….
 
SOCIO DELL’U.I.C.I.:
 
  SI …. Sez. Prov. di …………………………………….. N. TESSERA ….…………………
 
NO …
 
ALLEGA DOCUMENTAZIONE SANITARIA ATTESTANTE INVALIDITA’
 
CHIEDE
 
DI USUFRUIRE DEL SERVIZIO DEL LIBRO PARLATO DELLA BIBLIOTECA FUNZIONANTE PRESSO L’U.I.C.I. SEZIONE PROVINCIALE DI PORDENONE.
 
Il richiedente si impegna a utilizzare il materiale richiesto ed i files da lui eventualmente scaricati esclusivamente per fini di lettura personale ed è informato che, in caso di uso improprio, se ne assume piena responsabilità anche nei confronti della Biblioteca.
Firma
 
…………………………………………………………………..
 
 
Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus – Sezione di Pordenone
Galleria S. Marco 4 – 33170 Pordenone – Tel. 0434/21941 – Fax 0434/208258
Sito internet: www.uicpordenone.org – e-mail uicpn@uiciechi.it
e-mail Presidenza uicipn@tin.it – e-mail Biblioteca redazione@uicpordenone.org
c/c postale n. 11242591 – Codice Fiscale 80006180931
Ente morale riconosciuto con R.D. n. 1789 del 29/7/1923 e D.P.R. 23/12/1978
(G.U. 3/3/1979 n. 62) posto sotto la vigilanza del Governo (D.P.R. 17/2/1990 in G.U. 11/6/1990 n. 134).
Organizzazione non lucrativa di utilità sociale (D.L.vo 4/12/1997 n. 460),
iscritta al n.32/99 del Registro delle Persone Giuridiche presso il Tribunale di Roma.
Associazione di Promozione Sociale iscritta al Registro Nazionale (L. 7/12/2000
n. 383) con il n. 17.
UNIONE ITALIANA DEI CIECHI E DEGLI IPOVEDENTI – ONLUS
SEZIONE PROVINCIALE DI PORDENONE
UNIONE ITALIANA DEI CIECHI E DEGLI IPOVEDENTI
ONLUS – SEZIONE PROVINCIALE DI PORDENONE
Biblioteca del libro parlato “Marcello Mecchia” – Carta dei Servizi 2009 – Allegato n. 2 – U.I.C.I. Sezione di Pordenone
 
 
ALLEGATO 4: Scheda d’ISCRIZIONE AI SERVIZI DI DOWNLOAD DELLA BIBLIOTECA
 
BIBLIOTECA DEL LIBRO PARLATO “MARCELLO MECCHIA” PER I DISABILI VISIVI DEL FRIULI-VENEZIA GIULIA
GALLERIA SAN MARCO 4, 33170 PORDENONE – TEL. 0434-21941; FAX 0434-208258
e-mail: uicpn@uiciechi.it – redazione@uicpordenone.org – webmaster@uicpordenone.org
 
ISCRIZIONE AI SERVIZI DI DOWNLOAD DELLA BIBLIOTECA
 
Per procedere all’iscrizione compilate, in ogni parte, il modulo sottostante includendo:
 
Nome …………………………………………………. Cognome ………………………………………………..
 
Indirizzo …………………………………………………………………………………………………………………..
 
C.A.P. ………………… Località ……………………………………………………… provincia ………….
 
Recapiti telefonici …………………………………………………………………………………………………….
 
e-mail ………………………………………………………………………………………………………………………
 
Nome utente …………………………………………………. Password ……………………………………..
 
N.B. Il richiedente si impegna a utilizzare i files da lui scaricati esclusivamente per fini di lettura personale ed è informato che, in caso di uso improprio, se ne assume piena responsabilità anche nei confronti della Biblioteca.
 
La procedura di iscrizione avrà termine al momento della ricezione del certificato attestante la minorazione visiva, che dovrà essere inviato al fax dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus – Sezione provinciale di Pordenone, al numero: 0434-208258.
 
In alternativa al fax l’invio del documento potrà avvenire anche via e-mail, all’indirizzo uicpn@uiciechi.it oppure redazione@uicpordenone.org, tramite un file immagine (formato jpg o analogo) purché perfettamente leggibile in tutte le sue parti.
 
Al completamento della procedura riceverete una e-mail, che vi sarà inviata all’indirizzo da voi indicato al momento della registrazione e conterrà l’accettazione dei vostri dati e la conferma del nome utente e della password da voi prescelti. Tale operazione avrà valore di conferma dell’avvenuta abilitazione al servizio.
 
N.B. I soci della Sezione U.I.C.I. di Pordenone, per ovvi motivi, sono esentati dall’invio del fax attestante la minorazione visiva.
Per i soci iscritti ad altre Sezioni U.I.C.I. sarà sufficiente l’invio, tramite fax o altra modalità intelligibile, della copia con gli estremi della tessera associativa.
 
VI PREGHIAMO INOLTRE DI PRENDERE VISIONE DI QUESTA INFORMATIVA
 
Il nostro Centro vi informa, ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 che:
 
1) Il trattamento dei dati personali in nostro possesso è svolto in esecuzione di attività di fornitura di un servizio di libri in formato audio, di acquisizione e spedizione del relativo materiale e di azioni di promozione delle attività correlate.
 
2) Il conferimento da parte vostra dei dati personali da noi richiesti è condizione indispensabile per poter ottenere l’abilitazione al nostro servizio; in seguito, l’eventuale rifiuto al loro trattamento comporterà l’automatica interruzione del servizio.
 
3) Il trattamento dei dati avverrà con l’impiego di sistemi manuali e/o automatizzati idonei alla fornitura del servizio.
 
4) La persona responsabile al trattamento dei dati sarà il Sig. Giorgio Piccinin.
 
5) Come titolari dei dati personali, la legge vi riserva la facoltà di esercitare alcuni diritti, tra cui quelli di:
 
a. conoscere l’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano e ottenerne comunicazione in forma intelligibile;
b. essere informati sul titolare, sulle finalità e sulle modalità del trattamento, sull’eventuale responsabile, sui soggetti o categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati;
c. ottenere l’aggiornamento, la rettifica o l’integrazione, la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati;
d. opporsi per motivi legittimi al trattamento dei dati, salvi i limiti stabiliti dalla legge;
e. opporsi all’invio di materiale promozionale inerente il servizio.
 
Il testo completo dell’art. 7 del DLgs. 196/2003 relativo ai diritti dell’interessato è disponibile presso i nostri uffici; può essere consultato, inoltre, sul sito www.garanteprivacy.it.
 
——————————-
 
INFORMATIVA E RICHIESTA DI CONSENSO
ai sensi e per gli effetti degli artt. 13, 23 e 26 del D.Lgs. 30.06.2003, N. 196
“CODICE IN MATERIA DI PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI”
 
Il Decreto Legislativo n. 196/2003 prevede una serie di obblighi a carico di tutti coloro che effettuano il “trattamento” (cioè la raccolta, la registrazione, l’elaborazione, la conservazione, la comunicazione, la diffusione, ecc.) di dati personali riferiti ad altri soggetti, al fine di garantirne la riservatezza e di proteggerli da un utilizzo non autorizzato.
La preghiamo pertanto di leggere attentamente la seguente informativa e di voler
esprimere il Suo consenso al trattamento dei dati da Lei forniti al nostro Centro, nonché il Suo impegno a comunicarci tempestivamente le eventuali variazioni dei dati in nostro possesso
A tal fine la invitiamo a compilare lo spazio sottostante, facendoci pervenire con cortese sollecitudine copia della presente sottoscritta per accettazione e conferma.
 
1. I dati personali già in nostro possesso o che Le saranno richiesti o che ci verranno comunicati da Lei o da terzi saranno utilizzati:
– per l’invio, al recapito da Lei prescelto, della nostra corrispondenza e del materiale prodotto o distribuito dalla nostra struttura;
– per l’organizzazione dei nostri archivi.
2. Il conferimento dei dati personali richiesti è facoltativo. Tuttavia, il mancato conferimento comporterà l’impossibilità di avvalersi delle prestazioni fornite dalla Biblioteca.
3. I dati conferiti saranno trattati prevalentemente con l’ausilio di strumentazioni elettroniche.
4. I dati personali raccolti dal nostro Centro potranno essere comunicati ad Enti Pubblici o al personale dipendente del titolare del trattamento, per finalità connesse al perseguimento degli scopi istituzionali propri del medesimo.
5. Titolare del trattamento dei dati è l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus Sezione Provinciale di Pordenone – con sede in Galleria S. Marco 4 – 33170 Pordenone.
Responsabile del trattamento è la persona designata dal Consiglio dell’U.I.C.I. Onlus di Pordenone come coordinatore responsabile del Servizio di Biblioteca in favore dei disabili della vista della Regione Friuli-Venezia Giulia.
Incaricati del trattamento sono il personale impiegato alle dipendenze del titolare nonché la persona designata dal Consiglio sezionale come amministratore di sistema.
6. Lei potrà accedere in qualsiasi momento ai dati conferiti rivolgendosi al titolare o al responsabile del trattamento per verificarne l’utilizzo, per chiederne la correzione o l’aggiornamento entro i limiti previsti dalla legge, per ottenerne la cancellazione o per opporsi al trattamento, qualora ritenga che gli stessi vengano adoperati in violazione di legge.
7. Per una conoscenza più dettagliata dei diritti spettanti agli interessati al trattamento di dati personali, il testo completo del D.Lgs. 196/2003 è disponibile presso il titolare o sul sito web del garante per la privaci, all’indirizzo www.garanteprivacy.it.
 
Il Presidente
prof. Luciano Missio
 
Richiesta del consenso al trattamento dei dati personali
 
Il/La sottoscritto/a ………………………………………………………………………………………………………………
ricevuta dall’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus – Sezione Provinciale di Pordenone – informativa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196:
– concede all’U.I.C.I. di Pordenone il proprio consenso al trattamento dei dati personali, inclusi quelli sensibili di cui all’art. 4 del D.Lgs. n. 196/2003, per le finalità e con le modalità precisate nella stessa informativa;
– si impegna inoltre a comunicare tempestivamente qualsiasi variazione dei dati conferiti.
 
Data ……………………………………. Firma ………………………………………………………..
 
Restituire anche a mezzo fax al n. 0434/208258
UNIONE ITALIANA DEI CIECHI E DEGLI IPOVEDENTI ONLUS – SEZIONE PROVINCIALE DI PORDENONE
 
Biblioteca del libro parlato “Marcello Mecchia” – Carta dei Servizi 2009 – Allegato n. 5 U.I.C.I. Sezione di Pordenone